PADOVA 2017

16-07-2017 21:23

Il pensiero umano organizza concetti, emozioni, esperienze, dimensioni spaziali e temporali, sa come mutuare dalla realtà il necessario per soddisfare i suoi bisogni contingenti e per realizzare desideri e sogni che prendono forma come una casa,un progetto che sembra non aver mai fine. In questo scatto di Ivano Mercanzin lo spazio è perfettamente armonizzato con il pensiero di chi lo ha ideato e strutturato architettonicamente. La luce riesce a dipingere gli spazi donando una tridimensionalità accattivante. Le ombre non permettono di nascondere le geometrie della pavimentazione, sono morbide ed aiutano a vivere gli spazi illuminati come una conquista, un premo ambito. Il cervello umano abita e desidera abitare spazi sempre più vasti ma trova pure il modo di concentrare in architetture meravigliose confini rassicuranti, archi e colonne che fungono da spartiacque per raggiungere punti diversi da cui osservare lo stesso concetto, qui abitativo, nel pensiero più esteso a campi della conoscenza che necessitano di spazi mentali adatti per crescere. Bellissimi i connotati di questo luogo, li hai saputi valorizzare come non mai Ivano Mercanzin! Ammiro!
(Paola Palmaroli)

L1050628.jpg

loading