ivanomercanzin.it logo
search
pages

la vita degli altri (n.3)

date » 26-09-2014 23:53

permalink » url



Come sempre le tue fotografie sono riflessioni profonde. Tante finestre... Più o meno aperte. Più o meno chiuse. Restano in silenzio. O vogliono parlare. Di vita. Di solitudini. Di intimità. Di segreti. Gli alberi complici celano queste interiorità, mentre l'uomo comunque, è quasi costretto a seguire il suo cammino, nonostante tutto...
Tiziana Ruggiero

Pubblicazione: La Gabbia Armonica

date » 24-05-2014 07:58

permalink » url



Ringrazio lo staff de La Gabbia Armonica per essere nel loro gruppo di fotografi e fotografie

giochi d'ombra

date » 03-05-2014 23:16

permalink » url



Mi piacerebbe svegliarmi una mattina e scoprire che sulla parete del modesto palazzo di fronte, nottetempo, un pittore armato di molto pazienza e di tanto buon gusto avesse dipinto dei fragili tronchi di un albero. E se la fantasia va veloce e la realtà si rivela ben altra ci pensa la luce, con le sue magiche ombre a divertirsi e a rallegrarci con i suoi graffianti grigi disegni.
(Lorenzo CrinellI)

Adoro ombre e finestre e spesso sono le tematiche delle mie fotografie. Questa tua immagine, caro Ivano, fonde le due passioni con una grande intuizione visiva. Rami che collegano le varie vite negli interni di un palazzo.
(Daniela Pungitore)

archeologia industriale

date » 02-05-2014 00:17

permalink » url



Continuo ad osservare, Ivano, attratto anche come sempre da ogni forma di archeologia... industriale, urbana, e quant'altro. Segni di un tempo, radici, cultura che trasuda da muri sporchi e vissuti, intimità violate a volte in modo indecente più dall'incuria che da una reale e consapevole volontà costruttiva. Un senso di disagio che dentro di me affronto sempre con grande rispetto, proprio come fai tu in questa serie d'immagini. Questa è finora quella che amo di più, vuoi per la materia, che per le forme e l'interpretazione "libera" del bianconero. (Paolo Albertini)

Questi luoghi parlano... raccontano il loro vissuto a chi sa vedere tra le incrostazioni dei muri e i calcinacci per terra. Bel lavoro, mi piace parecchio
(Angelo Trapani)

Queste fotografie bisogna saperle fare. Si, perchè "raccontare luoghi che…", se ci si ferma ai significati intrinsechi al soggetto, all'idea di descrivere un pezzo di ambiente o di cultura, richiede solo di avere un apparecchio qualsiasi, un occhio qualsiasi, un cuore qualsiasi: basta… esserci! Ed ecco che però, per trasformare tutto questo in visione, per farne un'opera che riesca a parlare con più corde, occorre sapere cosa includere e cosa no, come usare la luce e come no, e via così. E in una costruzione azzeccata, dalla scelta compositiva fino a un trattamento che non disdegna le ruvidità rimanendo in un quadro romantico (in senso grossomodo letterale), c'è la bellezza e la forza dello scatto, caro Ivano!
(Francesco Merenda)


Che desolazione in questa foto..........Grazie alle luci forti la sensazione è ancora maggiore.Bel lavoro.
(Francesco Fraliga)

Windows and shadows

date » 19-04-2014 10:59

permalink » url



Mi piacerebbe svegliarmi una mattina e scoprire che sulla parete del modesto palazzo di fronte, nottetempo, un pittore armato di molto pazienza e di tanto buon gusto avesse dipinto dei fragili tronchi di un albero. E se la fantasia va veloce e la realtà si rivela ben altra ci pensa la luce, con le sue magiche ombre a divertirsi e a rallegrarci con i suoi graffianti grigi disegni.
(Lorenzo CrinellI)

Adoro ombre e finestre e spesso sono le tematiche delle mie fotografie. Questa tua immagine, caro ‪Ivano, fonde le due passioni con una grande intuizione visiva. Rami che collegano le varie vite negli interni di un palazzo.

(Daniela Pungitore)

DSC_3280.jpg

search
pages
Link
https://www.ivanomercanzin.it/blog-d

Share link on
CLOSE
loading