ivanomercanzin.it logo
search
pages

L'amore degli altri

date » 07-06-2014 17:18

permalink » url


Amore mio,
è difficile da questo fondo, da questo finale,
dire come mi manchi, come immenso tu sei nel mancare,
adesso che mi sono persa fra masse dure, fra cinghie di buio pesto,
senza divinità, senza la tua mano che tutto sorregge.
Tu mi credi più forte, mi pensi in oro e argento, ma guarda l’orma che lascio, come di cagna, di passero stanco, di bruco, di mosca.
Non vedi come mi spengo se non mi ami? Mi secco come una pianta.
Amami ancora un poco, con cura, con tempo, con attesa. Amami come amano i forti spiriti,
senza pretesa, con fuoco generoso, con festa, senza ragionamento.
E scusa questo mio domandare ciò che si deve dare,
questo avere bisogno, scusalo. Non è degno del patto che lega la rondine al suo volo,
la rosa al suo profumo, il vino al suo colore, il tuo cuore al mio cuore.
Mariangela Gualtieri
(TUTTARTE)

assolo per cane e lampione

date » 04-05-2014 09:50

permalink » url

38_benvenute.jpg



(Cinzia Anna Rizzo)
Anche queste sono solitudini urbane…

(Roberto Pireddu)
Mi piace. Mi piace perchè nella notte, quella parete chiara crea un contrasto cromatico che quasi fa sembrare giorno. Quasi a far si che lo scatto si possa leggere anche in negativo, dove il nero è la silhouette di un palazzo e il chiaro è lo scorcio di cielo con il mare sotto. Complimenti caro Ivano. Per me, grandissimo scatto.

(Alessandro Cocca)
Una verticalità straziante, d'abbandono. Chi meglio di un cane, solo come un cane può darti queste tremende vibrazioni malinconiche e malate. Questa come dice Roberto è grande fotografia. E la palma....una boccata d'ossigeno tra i cementi squadrati e grigi e lo sguardo dritto in camera di quell'anima quadrupede...caspita. CASPITA.

giochi d'ombra

date » 03-05-2014 23:16

permalink » url



Mi piacerebbe svegliarmi una mattina e scoprire che sulla parete del modesto palazzo di fronte, nottetempo, un pittore armato di molto pazienza e di tanto buon gusto avesse dipinto dei fragili tronchi di un albero. E se la fantasia va veloce e la realtà si rivela ben altra ci pensa la luce, con le sue magiche ombre a divertirsi e a rallegrarci con i suoi graffianti grigi disegni.
(Lorenzo CrinellI)

Adoro ombre e finestre e spesso sono le tematiche delle mie fotografie. Questa tua immagine, caro Ivano, fonde le due passioni con una grande intuizione visiva. Rami che collegano le varie vite negli interni di un palazzo.
(Daniela Pungitore)

conversando

date » 01-05-2014 13:10

permalink » url



(Paolo Albertini) Quando si dice che la luce è tutto... proviamo ad immaginare questa stessa scena in un'altra ora della giornata, oppure comunque con una diversa illuminazione. Il fascino di questa "morbidezza" sembra avvolgere persone ed oggetti, quasi a proteggere l'intimità di un racconto, di una confidenza. Lui cerca di enfatizzare il proprio discorso con la gestualità, lei lo segue con attenzione... chissà cosa ne verrà fuori! Una narrazione elegante e al tempo stesso "immediata", che si lascia osservare con assoluta gradevolezza, Ivano!

(Daniela Pungitore) Intima scena quasi spiata, il resto lo ha detto gia' Mr Albertini. Congrats

(Giuseppe Imperio) Molto bella Ivano Mercanzin, complimenti!!


(Marco Romualdi )...intime confidenze...protette da un evidente vuoto di presenze indiscrete...eppure un racconto "messo in piazza", pubblico, adagiato su un proscenio che fa da base...interessante questo elemento apparentemente superfluo

Windows and shadows

date » 19-04-2014 10:59

permalink » url



Mi piacerebbe svegliarmi una mattina e scoprire che sulla parete del modesto palazzo di fronte, nottetempo, un pittore armato di molto pazienza e di tanto buon gusto avesse dipinto dei fragili tronchi di un albero. E se la fantasia va veloce e la realtà si rivela ben altra ci pensa la luce, con le sue magiche ombre a divertirsi e a rallegrarci con i suoi graffianti grigi disegni.
(Lorenzo CrinellI)

Adoro ombre e finestre e spesso sono le tematiche delle mie fotografie. Questa tua immagine, caro ‪Ivano, fonde le due passioni con una grande intuizione visiva. Rami che collegano le varie vite negli interni di un palazzo.

(Daniela Pungitore)

DSC_3280.jpg

search
pages
Link
https://www.ivanomercanzin.it/blog-d

Share link on
CLOSE
loading